Configurazione d’esempio con spiegazione

Navigazione

 

Configurazione d’esempio con spiegazione:
-Processore: Celeron G3900, non serve più potente, il suo lavoro effettivo è all’avvio di Windows e duranteil Mining, gestendo i vari processi durante il funzionamento del pc con Claymore, 6 GPU, Afterburner, ecc… usa circa il 15% delle sue potenzialità.

 

-Scheda Madre: una a caso purché sia UEFI e che supporti 6 o più PCI-E, nel bios deve avere la funzione Above4G, che abilita il funzionamento delle configurazioni con oltre 4 GPU, in oltre alcune MB hanno la porta m.2 che può essere configurata per l’utilizzo come pci-e ed esiste un adattatore m.2 to PCI-E che permette di montare un riser.

 

-RAM: 8Gb DDR4 (16Gb è meglio), ovunque trovate scritto di usare 4Gb, ma posso garantirvi che non bastano, ogni GPU ha bisogno di 1Gb per lavorare bene, windows ne vuole almeno 1½, è vero che dovete usare il file di paging, ma la velocità non è la stessa e comunque i dati passano dalla ram.

 

-SSD: 60Gb, si consiglia di usare un SSD per via del fatto che su un hd tradizionale le testine ogni tot tempo tornano in posizione di parcheggio ed ogni volta che lo fanno picchiano contro il supporto che le regge, quindi a lungo andare si rovinano; in oltre esiste il problema che l’HDD classico non ha la gestione della scrittura dei settori come gli SSD, quindi scrive sempre nello stesso punto, scavando il disco sugli stessi settori.
Parlando di Gb, Windows 10 Pro, installato pulito, programmi vari e drivers, prendono circa 40Gb + 16 da dare di Cache siamo a 56Gb sui 60G ci stiamo, ma siamo un pochino stretti, ma tanto non dovete aggiungere altro. 😉

 

-GPU: 1070TI, 1070, 1060, RX 4xx o 5xx o xxx: le ATI, hanno una migliore indole per il mining di ETHASH rispetto a NVIDIA, resta sempre il problema della reperibilità. Ultimamente, anche se di prezzo maggiore, consiglierei le 1070, che con lo sviluppo dei nuovi drivers arrivano ad eguagliare le ATI in ethash, ma hanno una migliore resa per per altri algoritmi, come zec, lbc, ed altri, in oltre non avrete gli svantaggi del bloccare gli aggiornamenti, moddare i bios, patchare windows.

 

-PSU: 2x 750w per 6 gpu, non pensate di fare un solo alimentatore da 1200w/1300w o +, se fate dual mining non bastano e sarà sempre sotto sforzo, meglio 2 da 750w o meglio 1 da 850w + 1 da 750w, così, nel caso di un rig da 6 GPU, sul 850 metti MB + 3 GPU e sul 750 le altre 3 GPU.
Per un rig da 8 gpu prendete 2 alim da 850, attenzione alla categoria, tenete sempre presente il rapporto prezzo d’acquisto, consumo energetico, ROI.

 

-Riser: 6 pin con protezione doppia, io preferisco andare sul sicuro visto le cifre importanti che si spendono, preferisco quelli con connettore d’alimentazione a 6 pin simile a quello delle GPU, al secondo posto Sata e poi molex gli altri lasciateli perdere, per quello che riguarda la protezione quelli migliori sono quelli con 4 condensatori (006C).

 

-Rig Case o Frame Open Air? Personalmente preferisco investire il meno possibile, ma poi, è comunque un parere personale.
io ho utilizzato, come vedete nella foto del gruppo, uno scaffale legno/metallo, con 2 barre di alluminio avvitate sui montanti.
E’ la stessa impostazione di un Open Air, ma più economico rispetto ad avere tutto in tubolari presagomati.
In questa configurazione le GPU restano più arieggiate, in quanto non sono chiuse all’interno di una scatola/case, mentre il Case ha per forza una ventilazione forzata che deve muovere grossi volumi di aria per riuscire a raffreddare le schede.
Penso che la differenza tra un metodo e l’altro sia soprattutto legata allo spazio che si ha a disposizione.
In ogni modo, che lo acquistiate o che sia DIY, ricordatevi sempre di collegare le GPU, tramite telaio, cavo, piattina o altro, al PSU, in quanto hanno bisogno di scaricare la corrente elettrostatica generata dalla frizione tra le ventole, l’aria e la polvere.

 

-Materiale Vario: negli accessori che possono/devono essere aggiunti alla vostra config troviamo:

  • Wattmetro: serve a controllare e monitorare il consumo “REALE” del vostro rig, è anche un ottimo aiuto per capire se la vostra config è settata correttamente, comparandola con i consumi che si trovano in linea o quelli dei membri del gruppo;
  • Apapter HDMI/DVI —> VGA, oltre che per poter usare un vecchio monitor VGA con i nuovi standard, su alcune MB, ho notato che, se non viene collegato il monitor alla GPU 0 (quella dello slot pci-e x16 più vicino alla CPU), i canali pci-e non si attivano correttamente, portando windows ad utilizzare, per le sue faccende interne, l’ultima GPU disponibile e questa cosa porta ad avere valori ballerini e surriscaldamento delle GPU stesse, in oltre, può essere utilizzato come Dummy (presa cieca) per simulare un monitor, senza per forza avere il monitor collegato, per questo basta inserire 3 resistenze da circa 75 ohm come nelle immagini di google https://www.google.it/search…
    in oltre abilita la risoluzione elevata su teamviewer, che altrimenti è a 600×400 o disattivata;
  • Whactdog USB ne ho fatto una guida apposita Post su FB
  • Dummy HDMI o DVI, funzionamento come l’adapter sopra, ma senza la possibilità di collegarci un monitor;
  • Pulsanti e led per PC, come sapete tutti, ma in molti se lo scordano, i pulsanti servono per accendere il PC ed i led per vedere che sia acceso e funzioni, cosa da non sottovalutare, è che potete evitare di averli tutti, ma 1 è molto importante, il led che mostra il funzionamento dell HDD/SSD, sarà l’unico segnale che avrete per controllare che il PC lavori durante l’installazione delle GPU, in quanto windows spegne il monitor diverse volte e vedere lampeggiare il led vi darà modo di capire se tutto procede bene o se il PC si è piantato;
  • Ventole aggiuntive, dipende dal telaio del vostro RIG, se le GPU scaldano troppo, potrebbe essere consigliato aggiungere delle ventole che aiutino a far circolare meglio l’aria;
  • Cavi Elettrici PCI-e, alcune GPU hanno un solo spinotto, altre ne hanno 2 ma possono funzionare anche con 1 solo, altre ancora necessitano di 2 spiotti, quindi a secondo del PSU e delle GPU che avrete, dovrete valutare se vi servono o meno;
  • Add2psu o cavo Y 24 pin, dipende da cosa vi piace di più, da sapere che l’add2psu accende il secondo PSU una frazione di secondo dopo il primo, in modo da non sovraccaricare la linea elettrica
  • Presa wifi, è l’unica arma che avete per poter spegnere il pc a distanza in caso di problemi, a volte potrebbe succedere che se si blocca il programma che mina o, nel caso in cui non abbiate il watchdog, si blocchi il PC, questo resterà alimentato e fermo per x tempo. Nel caso in cui il programma si è spento o bloccato, windows continuerà a gestire alimentazione e temperature del PC, quindi nulla di male a parte il fatto che non mina, ma nel caso in cui si bloccasse windows e che il pc restasse piantato in modo irreversibile, le GPU continuerebbero ad avere alimentazione massima, senza però nessun lavoro da svolgere e senza gestione di temperature, tenendo le prestazioni massime senza potersi fermare, in questo caso potrebbe creare dei problemi ai componenti, portando ad una rottura e nel peggiore dei casi ad un incendio degli stessi, quindi, la consiglio vivamente, in oltre, se prendete il modello con wattmetro, vi permetterà di vedere, in base ai consumi, se il RIG funziona correttamente o se per caso si sono resettati i parametri di downvolts o se una GPU è ferma, ecc…, in somma, tutto quello che è legato alla corrente.

 

Al momento non mi viene in mente nient’altro, postate sotto se devo aggiungere altro.

 

Licenza Creative Commons

 

 

 

 

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.