SEC dichiara che Ethereum non è Titolo

Christian Nucida/ 15 Giugno, 2018/ Info and News/ 0 comments

Yahoo Finance Summit & SEC

Durante il Congresso, il Presidente della SEC, Jay Clayton, ha dichiarato che Ethereum e le sue monete, ad oggi, non sono Titoli, questa dichiarazione, in risposta, ha subito portato ad un aumento maggiore dell’8% del valore di ETH.

Il direttore della divisione della finanza aziendale presso la SEC, William Hinman, ha spiegato che:

“Based on my understanding of the present state of ether, the Ethereum network and its decentralized structure, current offers and sales of ether are not securities transactions.”

“Sulla base della mia comprensione dello stato attuale dell’etere, della rete Ethereum e della sua struttura decentralizzata, le offerte attuali e le vendite di etere non sono operazioni su titoli.”

Inoltre spiega che altre criptovalute, o altcoin, un giorno potrebbero non aver più bisogno di regolamentazione, ed aggiunge:

“Over time, there may be other sufficiently decentralized networks and systems where regulating the tokens or coins that function on them as securities may not be required.”

“Nel corso del tempo, potrebbero esserci altre reti e sistemi sufficientemente decentralizzati in cui la regolamentazione dei Tokens o delle Coins, che funzionano su di essi come titoli, potrebbe non essere richiesta”

sec-cryptocurrency-3409723_1920

In passato,

la SEC ha considerato alcuni tokens digitali come titoli, in particolare gettoni distribuiti attraverso un’offerta iniziale di monete. Lo scorso luglio, i token DAO sono risultati essere titoli, dopo un’indagine, secondo un rapporto pubblico della SEC. Pertanto, erano soggetti alle leggi federali sui titoli e gli emittenti dovevano registrare tutte le vendite dei token DAO con la SEC. Il rapporto avverte gli investitori contro le iniziali offerte di monete, che possono anche violare la legge sui titoli. Mesi dopo, il presidente della SEC Jay Clayton ha chiarito che:

“every ICO I’ve seen is a security, and many were illegal.”

“ogni ICO che ho visto è un Titolo e molti erano illegali.”

In aprile

Clayton disse al Congresso che la commissione non considerava il Bitcoin un titolo, descrivendolo come

“a replacement for currency that has been determined by most people to not be a security.”

“un rimpiazzo per la valuta che è stato determinato dalla maggior parte delle persone a non essere un Titolo.”

In seguito a quell’annuncio, molti esperti prevedevano che la commissione avrebbe preso una linea simile su Ethereum.

La dichiarazione odierna

ha fatto eco agli argomenti fatti dagli esperti secondo cui Ethereum è troppo decentralizzato per essere etichettato come un Titolo. In un post di aprile, Peter Van Valkenburgh, il direttore della ricerca di Coin Center di Washington DC, ha scritto che Ethereum non dovrebbe essere considerato un Titolo,  perché dietro la moneta virtuale che ci fornisce profitti non c’è nessuno.

Il Centro Coin ha espresso in una dichiarazione:

 “We are glad the SEC agrees with our long held analysis of how securities law applies to decentralized cryptocurrency networks like Bitcoin and Ethereum.”

“Siamo lieti che il SEC sia d’accordo con la nostra analisi a lungo termine, sul modo in cui la legge sui titoli si applica alle reti decentralizzate di criptovaluta come Bitcoin ed Ethereum.”

sec-warned-celebrity-approved-initial-coin-offerings-could-be-illegal

Ha aggiunto che:

“With this guidance, the SEC is showing that taking a pro-innovation approach does not have to come at the expense of protecting investors.”

“Con questa linea guida, la SEC sta mostrando che l’adozione di un approccio pro-innovazione non deve avvenire a spese della protezione degli investitori.”

Detto questo

penso che la maggior parte dei Miners adottino le varie Coins come valuta e non come titoli, anche se molti le holdano per aver un maggiore guadagno, la visione è quella dello “stipendio” e non dell’investimento.
Ma questo rimane comunque il mio punto di vista personale…

Share this Post

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.