Polaris One Click

Guida BIOS Mod Polaris ONE CLICK TIMING PATCH

Navigazione

 

Guida GPU BIOS Mod per schede RX570/580 con Polaris ONE CLICK TIMING PATCH
di Emanuele Bateman

NON MI ASSUMO NESSUNA RESPONSABILITÀ PER EVENTUALI ROTTURE DELLE SCHEDE CAUSATE DALLA MODIFICA DEL BIOS

Per migliorare l’hashrate delle schede ATI Radeon, sappiamo che una delle operazioni da fare è la modifica dei parametri del bios. Spesso quando si è alle prime armi ci si chiede: ma quali sono i parametri corretti? Ci sono varie guide e tutorial in rete, video su youtube, e anche forum come Anorak dove si trovano bios già moddati da scaricare.
Purtroppo però non tutte le schede sono uguali, neppure quelle della stessa marca, stesso modello e con le stesse memorie. Alcune schede hanno memore che supportano frequenze fino a 1950 MHz, altre hanno memorie che arrivano a 2200 MHz, alcune lavorano con tensioni di 800 mV, altre non permettono di andare sotto gli 875 mV.
Chi mette on line i bios da scaricare spesso modifica frequenze e tensioni all’interno del bios stesso. Quando andiamo a caricarli rischiamo al meglio che il sistema risulti instabile e vada in crash, ma anche di brickare le nostre costose schede.

In realtà gli unici parametri che vanno cambiati sono i timing delle memorie, perché tutte le modifiche alle frequenze ed alle tensioni possono essere fatti con un software per l’overclock.

La procedura più comune per modificare i timing è quella di copiare il valore relativo ai 1500 nelle celle fino a 2000. Per fare questo in genere si usa un software tipo Polaris Bios Editor con il quale è possibile fare un copia/incolla delle celle a mano.
Polaris Bios Editor versione 1.6.7 però mette a disposizione uno strumento in più. Il programma si può scaricare qui Polaris ONE CLICK TIMING PATCH

Una volta lanciato come amministratore, nell’angolo in basso a destra si può trovare il pulsante ONE CLICK TIMING PATCH. Premendo questo pulsante il software identifica il nostro tipo di scheda ed il nostro tipo di memoria, e automaticamente va a sostituire i timing con quelli più opportuni secondo un suo database interno, in modo da migliorare la performance della scheda. Personalmente su schede sulle quali avevo fatto la copia dei timing strap manualmente sono riuscito a migliorare l’hashrate di 2 MH/s su eth, potendo overclockare di più con meno errori.

La procedura passo passo è la seguente:

1) Fare una copia del BIOS originale della scheda con il solito ATIWinflash, salvandola in una cartella a modi backup
2) Eseguire Polaris come amministratore e caricare la copia del bios salvata premendo il pulsante OPEN BIOS in alto a sinistra
3) Premere il pulsante ONE CLICK TIMING PATCH
4) Rispondere OK alle successive richieste (una o due) di sostituzione dei timing
5) Premere il pulsante SAVE AS in alto a sinistra per rinominare il bios come copia modificata

A questo punto, senza rischi inutili, il nuovo bios è pronto per essere flashato sulla scheda. Successivamente con Afterburner, Claymore o OverdirveNtool (che io preferisco) possono essere provati e settati i parametri di overclock in modo da ottenere il massimo hashrate con un consumo energetico minimo senza rischiare la stabilità o la durata della nostra GPU.

 

 

 

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.